desideri

agosto 10th, 2017 § 0 comments § permalink

Il cielo era sereno e punteggiato di stelle in modo quasi irreale, quella notte del 10 agosto. Ne avevo approfittato anch’io, come tante persone, per attendere una stella cadente e poter esprimere il mio desiderio.
Nel frattempo ammiravo lo spettacolo di una luna magnifica, incantato come un bambino, cercando di distinguere qualche costellazione attingendo ai ricordi di tanti e tanti anni prima.

Ad un certo punto, mi parve di vedere una stella muoversi.
No, non stava “cadendo“: si stava solo spostando, lentamente, dal punto in cui era.

Mi strofinai gli occhi. Ero sobrio, vi giuro.

Poi anche le stelle vicine, piano piano, cambiarono di posizione.
Era uno spettacolo incredibile.

Stavano formando un disegno.

Ci misi un po’ a capire che il disegno era la rappresentazione, schematica ma assolutamente riconoscibile, di un dito medio alzato.

l’uomo che non poteva andare in vacanza

agosto 4th, 2017 § 0 comments § permalink

L’uomo che non poteva andare in vacanza ci riprovò anche quell’anno.
“Questa volta ce la farò”, aveva pensato tra sé e sé più volte, mentre percorreva l’autostrada.
Aprì la porta della casa al mare, acquistata coi risparmi di una vita ma mai utilizzata, cercò a tastoni l’interruttore ed accese la luce.
Si ritrovò nel suo ufficio di Milano, in infradito e bermuda e con la valigia ancora in mano, davanti alla giovane receptionist, che scoppiò a ridergli in faccia.