somiglianze

ottobre 28th, 2018 § 0 comments

Ogni tanto, incontrando un ragazzetto che sfreccia per strada con uno skateboard o in bicicletta, mi capita di cogliere una fugace somiglianza con uno di quelli che furono i miei compagni di scuola.
E’ un momento strano, incantato.
Quasi mi pare di tornare a quella lontana, magnifica età di serenità, di assenza quasi totale di preoccupazioni, in cui il cruccio maggiore poteva essere un brutto voto in matematica.
Quasi mi pare di poter dire “ciao”, a quel ragazzetto, di poter esclamare “ci vediamo domani a scuola!”, oppure di potergli chiedere “ti va di venire ai giardinetti alle quattro?”.
Quasi mi pare, perfino, di scendere di statura, di tornare magicamente alto come lui, di poterlo fissare negli occhi senza chinarmi.
Poi torno in me.
E l’unica cosa che mi viene voglia di dire a quel ragazzetto, che ormai sicuramente si sarà allontanato, forse cogliendo di sfuggita lo sguardo perso nella fantasia di quel quarantenne svitato con gli occhiali, l’unica cosa che voglio dirgli è una sola.
Non crescere, amico.
Non crescere più.
E quando la vita ti costringerà a farlo, non ti dimenticare mai di questi anni e della tua bicicletta, del tuo skateboard, di quella prorompente voglia di vivere che non ti faceva star fermo un attimo.
Perché quando la magia fuggirà dal tuo cuore, fuggirà svelta.
E quando te ne accorgerai, come me ne sono accorto io, come ce ne siamo accorti tutti noi grandi ad un certo punto della nostra esistenza, forse all’inizio non ci farai nemmeno caso, ma in una notte di luna piena quel dolore lo sentirai, lo sentirai eccome.
Inizierà come un vago senso di disagio, per trasformarsi in un senso di profonda, folle, insopportabile solitudine. I tuoi occhi si riempiranno di lacrime.
Sentirai che ti aggredirà, che inizierà a mangiarti da dentro.
E ti farà male. Malissimo.

Pregherò anche per te stanotte, piccolo.
Pregherò per tutti noi.
E non dimenticare mai che la vita è meravigliosa, sempre e comunque e nonostante tutto… se non lascerai mai andare quella bicicletta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.