ponti

agosto 18th, 2018 § 0 comments

Quanto invidio la forza di queste persone. Quanto la ammiro.
La forza di essere presenti ad un funerale dopo aver perso la famiglia o gli amici più cari, di ascoltare un uomo anziano con un cappello buffo che racconta di un regno dei cieli in cui ora le persone perse saranno felici, in cui vivranno per sempre.
La forza di non alzarsi a prendere a sberle quell’uomo col cappello buffo, di non urlargli con tutto il fiato del mondo “Non dire stronzate!”, nonostante la propria parte razionale, sotto sotto, stia fremendo come un animale in gabbia.
E il desiderio forte, bruciante, dilaniante, di crederci davvero, nonostante il dolore straziante o forse proprio grazie a quello, nonostante la morte nel cuore e nell’anima, nonostante la casa che non c’è più, nonostante una vita da ricominciare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.