il dubbio

All’improvviso una serie di visioni si manifestarono davanti ai suoi occhi.
Vide l’interno di una strana gabbia semovente di metallo, con alcuni rettangoli trasparenti ai lati. C’era dentro qualcuno che puntava un piccolo oggetto metallico verso alcune persone dalla pelle scura, premeva un pulsante e quelle urlavano di dolore, cadevano, si contorcevano.
Vide qualcuno vestito di verde che incitava all’odio un sacco di persone, che applaudivano ed esultavano come invasate.
Vide un luogo affollato, pieno di gente che ballava, poi sentì una raffica di rumori e ci furono strilli, dolore, fughe, terrore.

“Cosa risorgo a fare?”, si chiese.

Sentì una voce nella sua testa.

“Sia fatta la tua volontà, Padre”, sussurrò.
Si asciugò una lacrima, poi aprì il sepolcro.