tic tac

luglio 23rd, 2017 § 0 comments

Il giorno in cui ho smesso di essere felice è stato il giorno in cui ho capito che avrei dovuto scegliere: il lavoro, i film, la compagnia. Tutto. E per ogni scelta fatta me ne sarei precluse altre, perché il tempo è limitato e l’orologio ticchetta, ticchetta sempre quel maledetto.
E’ stato il giorno in cui ho capito che avrei perso milioni di film, che non avrei letto milioni di libri, che non avrei conosciuto miliardi di persone.
La libertà di scelta è una gran puttana: ti invoglia con le sue grazie, ti fa credere di essere il padrone del mondo, poi il tuo tempo è finito e tanti saluti, tesorino.

Volevo con tutto me stesso diventare grande, in un mondo che mi sembrava infinito e tutto per me.
Ma non faccio altro che diventare più piccolo, ogni giorno che passa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

What's this?

You are currently reading tic tac at la bellezza della calla.

meta